È difficile essere depressi quando sei felice – almeno, temporaneamente felice.

Ma la depressione è una diagnosi clinica e un difficile, problema di salute mentale a lungo termine. Ciò significa che il trattamento richiede molto di più che consumare qualcosa che brevemente ti farà sentire felice.

In termini specifici, accendere una ciotola non è “la risposta” quando sei depresso. Anche ceppi noti per la loro capacità di fornire un senso di euforia e felicità sono solo brevemente mascherare i sintomi di un grave problema di salute.

Ciò non significa che la cannabis non possa essere un trattamento efficace per la depressione. Apparentemente può, secondo una serie di studi di ricerca credibili fatti negli ultimi 15 anni.

La cosa più importante, però, è scegliere il giusto ceppo di erba.

Endocannabinoidi?

Non si sente molto parlare di endocannabinoidi nei circoli stoner, ma possono essere la chiave per sbloccare il pieno potenziale della marijuana per curare la depressione.

Gli endocannabinoidi sono sostanze chimiche prodotte naturalmente nel cervello e influenzano tutto, dal nostro comportamento e dalle emozioni per controllare i nostri corpi. Gli scienziati ritengono che lo stress possa interrompere la capacità del cervello di produrre quelle sostanze chimiche cruciali e un deficit di endocannabinoidi può potenzialmente portare a disturbi depressivi.

Come probabilmente hai intuito, gli endocannabinoidi sono molto simili nella loro composizione ai cannabinoidi come THC e CBD in pot, e si legano ciascuno agli stessi recettori. Quindi, il pensiero va, fumare erba e ingerire quei cannabinoidi può aiutare a ripristinare il sistema endocannabinoide alla normalità, riducendo o alleviando così i sintomi della depressione.

Questa è tutta teoria a questo punto. Ma è supportato dall’esperienza degli utenti.

THC, CBD, terpeni e Depressione

Abbiamo già menzionato studi sulla cannabis e la depressione. Diversi studi sugli animali sono particolarmente interessanti perché ciascuno ha dimostrato che il THC può stimolare la produzione di serotonina nel corpo – lo stesso meccanismo utilizzato dagli SSRI come Lexapro e Paxil per combattere la depressione.

Gli studi hanno riportato anche un aspetto negativo: alte dosi di THC nella cannabis potrebbero effettivamente peggiorare la depressione. Ciò ha senso dal momento che altri studi di ricerca hanno già dimostrato che l’uso pesante di cannabis può portare alla depressione o ad un aumento della sua gravità. Inoltre, l’evidenza aneddotica è abbastanza chiara che il THC può aumentare e peggiorare l’ansia esistente in alcuni utenti, portando anche ad attacchi di panico.

L’asporto: il THC può aiutare con la depressione, ma dosi pesanti o alti livelli di THC potrebbero essere problematici.

Ci sono due curiosità di ricerca più interessanti da menzionare.

  1. Gli studi hanno dimostrato che il CBD potrebbe essere molto utile per il trattamento della depressione. Si ritiene che il CBD non psicoattivo possa aiutare i recettori della serotonina del cervello a rispondere meglio alla sostanza chimica già presente nel corpo e che il CBD aiuti il corpo a ridurre i livelli di stress.
  2. Molti dei terpeni che contribuiscono all’aroma e al gusto della cannabis hanno anche proprietà medicinali, ed è noto che diversi terpeni comuni come cariofillene, limonene e linalolo sono in grado di aiutare ad alleviare i sintomi della depressione e dell’ansia.

Che ci dà un secondo take away: I livelli di CBD e terpene possono essere importanti quanto il THC quando la marijuana viene usata per trattare la depressione. Questo è probabilmente il motivo per cui molti dei ceppi che funzionano meglio per la condizione hanno un equilibrio relativamente uniforme di THC e CBD e contengono anche quei terpeni benefici.

Alcuni ceppi THC-heavy possono farti sentire euforico e meno depresso subito, mentre ci sono sativa rinomati per la loro personalità “edificante”. Ognuno sembrerebbe utile per trattare i sintomi della depressione. La scelta migliore, tuttavia, è un ceppo con un buon equilibrio di cannabinoidi.

I migliori ceppi per la depressione

Arlecchino

Arlecchino erbaccia bud in sfondo bianco

Questa varietà a predominanza Sativa è più che bilanciata; ha un rapporto più alto di CBD e THC rispetto alla maggior parte delle erbacce che troverai, con un contenuto di THC raramente superiore al 10%. Ciò significa che non si ottiene molto di un alto quando si fuma, ma vi sentirete notevole miglioramento dell’umore e allentamento dello stress (così come sollievo dal dolore) senza un enorme impatto sulla vostra capacità di funzionare, pensare o lavorare.

Arlecchino contiene anche diversi terpeni che possono alleviare la depressione, tra cui cariofillene e mircene, rendendo questo ceppo ideale per trattare la condizione senza il rischio di peggiorare l’ansia o indurre effetti come la paranoia (sempre una possibilità quando si tratta di depressione con alti livelli di THC). È piacevole fumare, è improbabile che ti faccia tossire e ti lascerà sentire meglio rispetto a quando hai confezionato la ciotola.

Cannatonic

canna tsu strain for anxiety

Un altro ceppo che è generalmente un po ‘ più alto in CBD rispetto al THC, Cannatonic è un ibrido 50-50 Sativa/Indica che fornisce un’esperienza complessiva e effetti anti-depressione abbastanza simili all’Arlecchino. Sentirai un ronzio cerebrale decente ma lieve dal 10-15% di THC, mentre il CBD moderatore ti consente di svolgere la tua attività quotidiana sentendoti come se un peso fosse stato sollevato, grazie alla notevole spinta dell’umore. Questa è anche una buona scelta per affrontare il dolore cronico.

Linalolo, mircene e cariofillene sono tra i terpeni trovati in Cannatonic, che sono un altro motivo per cui il ceppo è una buona scelta per affrontare i sintomi a volte invalidanti della depressione. È simile all’Arlecchino in un altro modo; il fumo è gustoso, liscio e interessante.

Blue Dream

Blue Dream boccioli in uno sfondo bianco

Blue Dream è un ceppo moderatamente potente THC-pesante, a differenza dei primi due che abbiamo elencato. Tuttavia, è alto nei terpeni limonene e linalolo, entrambi noti per funzionare bene contro i sintomi dei disturbi depressivi, e contiene anche quantità moderanti di CBD e cannabinoide CBN.

Questo ceppo potrebbe non essere la scelta ideale quando si deve trascorrere un’intera giornata di lavoro, dal momento che la sua altezza cerebrale iniziale e l’elevazione dell’umore lasceranno il posto a uno stato estremamente rilassato. Dovrebbe comunque lasciarti meno depresso, ma la tua maggiore attenzione può diventare un po ‘ confusa nel tempo. Quando hai la sera per goderti gli effetti, però, è un fumo eccellente per aiutarti ad affrontare l’ansia, goderti la cena o fare quello che devi fare a casa, e poi rilassarti e rilassarti.

Come con tutti i ceppi THC-heavy, essere cauti con (o evitare) Blue Dream se si tende verso l’ansia.

XJ-13

Ecco un altro popolare dominante Sativa che contiene una concentrazione più pesante di THC rispetto a Blue Dream, con pochissimo CBD. Ma molte persone lo usano per aiutare con la loro depressione, a causa del suo forte effetto edificante e la sensazione di tranquillità che lascia alle spalle. Anche i terpeni come il cariofillene e il limonene non fanno male.

Questo non è il ceppo più facile da trovare, ma è altamente desiderabile tra molti utenti che vogliono essere in grado di trattare i loro sintomi di depressione (così come altri tipi di dolore) e lasciarli lavorare in modo creativo, produttivo e chiaro per tutto il giorno. La solita cautela riguardo al THC e all’ansia si applica qui.

Sour Tsunami

Coloro che hanno a che fare con una combinazione di depressione e ansia sarebbero ben serviti per dare Sour Tsunami una prova. Contiene CBD più alto rispetto ai livelli di THC; infatti, alcuni campioni hanno 30% CBD rispetto a circa 10% THC, insieme a terpeni che possono aiutare la depressione come cariofillene e mircene. Chiunque abbia problemi con il THC perché peggiora la loro ansia farà molto meglio con questo ceppo ad alto contenuto di CBD.

C’è un high estremamente lieve (se lo noti del tutto), ma le sensazioni di rilassamento e felicità sono ovvie e quasi immediate. Sour Tsunami è noto per le sue capacità di riduzione del dolore, ma coloro che l’hanno provato per la depressione dicono che è molto efficace anche per questo scopo.