Medaglia, Metallo, Moneta, la Storia, il Denaro, il tipo di Carattere, la Fotografia, il Cerchio, Artefatto, fotografia di Stock,

Una barba fiscale moneta del 1705.
Dipartimento di Stato degli Stati Uniti

Pubblicità-Continua a leggere qui sotto

Nel 1698, lo zar Pietro il Grande di Russia, come sarebbe venuto a sapere, stava conducendo una guerra sulla barba. Nel tentativo di modernizzare il suo impero e renderlo più simile all’occidente dopo aver trascorso anni ad esplorare l’Europa sotto mentite spoglie, Peter istituì una tassa sui peli del viso. Potresti evitarlo con la rasatura, ma se hai scelto di pagare la tassa, riceverai un token per verificare la tua barba come legale, e di recente è stata trovata una versione particolarmente rara di uno di questi token.

La moneta è stata scoperta dagli archeologi del Centro archeologico di Pskov, secondo il Daily Mail, che ha trovato la moneta in questione solo di recente mentre scavava in una cache di monete trovate in uno scavo del 2016. Questa moneta specifica, un “copeco della barba” del 1699, è particolarmente notevole e rara in quanto veniva emessa ai contadini, che pagavano una tassa molto più piccola per preservare la barba rispetto alla nobiltà, e ricevevano una moneta di rame come prova di pagamento, anziché una d’argento. Questo kopek barba appena scoperto è solo il secondo noto per essere ancora in esistenza.

“Nessuno oserebbe nominare il suo prezzo su questo”, ha detto alla Mail la scienziata senior del Centro archeologico di Pskov Tatiana Erova. “È davvero una scoperta unica.”

La politica di Pietro di tassare la barba, per quanto estrema possa sembrare, era in realtà un compromesso dopo che la chiesa ortodossa russa respinse il suo decreto iniziale che non ci fossero barbe. La tassa persistette fino al 1772 dopo di che molti dei gettoni furono fusi in modo che il loro metallo potesse essere usato in altra valuta. Anche se sembra che almeno due uomini tenessero le loro monete insieme alle loro barbe.