La voce che Kanye West stava progettando di fare un album tributo a David Bowie ha provocato qualche grave tumulto. C’erano anche numerose petizioni contro di esso, che oltre 20.000 persone hanno firmato. La versione inquietante di Life On Mars di Sarah Blasko e il tributo Bowie di due ore di Jarvis Cocker, tuttavia, sono stati entusiasti, confermando ancora una volta che qualsiasi artista sia coinvolto, rendere omaggio a un eroe musicale è un affare seriamente complicato. Album tributo ha iniziato la vita underground negli anni “80, ma durante gli anni” 90, scivolò rapidamente nel mainstream e su full-on espediente fino alla fine, album tributo cattivi erano circa comune come camicie di flanella. Avanti veloce un paio di decenni, e anche T Swizzle è stato onorato – grazie, Ryan Adams – e così tanti artisti e musicisti hanno creato album tributo per AC/DC, che vanno dal death metal e rockability al bluegrass e alla classica, c’è anche una pagina completa di Wikipedia a riguardo. Ancora bisogno di qualche convincente? Qui ci sono 8 dei nostri preferiti.

sarah blasko life on mars

Rendere omaggio a un artista venerato è in realtà un terreno tumultuoso: le persone giudicano sempre con rivendicazione e il più delle volte non funziona mai. Qui ci sono 8 volte lo ha fatto.

Grateful Dead Tribute Album

Ok, quindi stiamo imbrogliando un po ‘ project Il progetto Grateful Dead del National, a cui stanno lavorando dal 2011, dovrebbe essere pubblicato entro la fine dell’anno, poiché la band sta ancora riducendo i contributi di circa 70. Direttive per reimaginings piuttosto che copie carbone, e del calibro di Bon Iver, Grizzly Bear Daniel Rossen, Fosforescente, Unknown Mortal Orchestra e La Guerra alla Droga sono impostate per fare il taglio finale, nonché Il contributo, Peggy-O. Se loro curatori del 2009, il Buio, La Notte è qualcosa per andare avanti, è sicuro di dire che siamo abbastanza entusiasta.

Stone Free: un omaggio a Jimi Hendrix

I contemporanei di Hendrix sono saltati a bordo con questo: I Cure, Eric Clapton, Jeff Beck e i membri dei Pearl Jam hanno reso omaggio, ma i contributi sono arrivati diversi come il violinista classico Nigel Kennedy. Essere un fan di Hendrix era praticamente un dato di fatto, e le istruzioni per lasciare il segno sulla canzone di loro scelta hanno portato ad alcune interpretazioni piuttosto spettacolari. La metà delle royalties degli artisti è andato a una serie di enti di beneficenza, tra cui il Fondo United Negro College.

I’m Your Fan

La rivista musicale francese Les Inrockuptibles era dietro la creazione di I’m Your Fan (points for the pun) – un omaggio alle canzoni di Leonard Cohen. A seguito di alcune gravi macellazioni di canzoni nei precedenti album tributo-che Cohen è sempre stato straordinariamente paziente, I’m Your Fan ha arruolato un impressionante curriculum di artisti, tra cui Nick Cave e Robert Forster, che entrambi hanno scelto di coprire Tower of Song. La rielaborazione di Nick Cave è stata originariamente lunga un’ora e abbreviata profondamente per l’album.

In Utero In Tribute

La replica del terzo e ultimo album dei Nirvana non è stata priva di drammi. In Utero In Tribute ci sono voluti sette anni per completare prima che alla fine fosse emulato nell’ordine track-by-track. Prima di allora, era stato bloccato da ostacoli legali, ritardi sui ritardi, scioglimento e ri-banding, oltre alla morte di Jay Reatard, che ha fornito Frances Farmer avrà la sua vendetta su Seattle.

Nuggets: interpolazioni antipodee della prima era psichedelica

Quando Nuggets: Artefatti originali della prima era psichedelica: 1965-1968 è stato rilasciato nel 1972, è stato salutato come un assemblaggio innovativo del garage americano e del rock psichedelico i cui effetti si sono increspati attraverso le generazioni di rockers a venire. Per celebrare il 40 ° anniversario dell’album, gli artisti australiani hanno creato la loro compilation con una selezione di brani originali dei Nuggets in omaggio all’originale di Lenny Kaye. Il risultato ha ricevuto il cenno di approvazione dall’uomo stesso.

The Art of McCartney

Paul McCartney è stato oggetto di un numero impressionante di album tributo, e l’intenzione di creare The Art of McCartney, che accumula sia la musica solista di McCartney che il suo lavoro con i Beatles, era in giro per più di 10 anni prima che fosse finalmente pubblicato alla fine del 2014. James McCartney si è riunito con i Cure per registrare Hello, Goodbye, e altri collaboratori includono Alice Cooper, Bob Dylan e Yusuf Islam.

Siamo una famiglia felice: Un tributo ai Ramones

La pressione è accesa, ma sarebbe un po ‘ difficile sbagliare un album tributo quando hai un membro della formazione originale a portata di mano. Johnny Ramone ha supervisionato l “intero album, e chiaramente esercitato privilegi sulla sua lista di contatti, roping in artisti del calibro di Marilyn Manson, Metallica e Red Hot Chili Peppers – gli piaceva cover di quest” ultimo di Havana Affair così tanto, ha usato come la traccia di apertura. L’album è stato completato con tre tracce di 10 secondi di silenzio, e una traccia nascosta da John Frusciante.

Questo è il mio posto: Le canzoni di Ray Davies& The Kinks

Queens Of The Stone Age, Ron Sexsmith e Yo La Tengo e tra gli artisti che hanno rielaborato il catalogo di Ray Davies con i propri stili musicali – alcuni più irriconoscibili di altri, dato che è a questo punto che I Belong ha legato una varietà impressionante di generi. La traccia di chiusura offre un vero e proprio momento meta, con Ray Davies che si presenta non solo per fornire cinque pagine di note di copertina, ma anche per coprire il suo Tramonto di Waterloo, con l’aiuto di Damon Albarn.

Dai un’occhiata alle nostre 5 migliori copertine di Hallelujah di Leonard Cohen qui.